Posted by admin Category: Senza categoria

“Sul podio il felice ritorno a Pisa del M° Carlo Ipata che, a capo dell’ottima Orchestra Archè, offre una lettura limpida e puntuale della partitura.”

Solaster, Fermata spettacolo, novembre 2015

 

“La musica procede spedita, anche grazie alla direzione di Carlo Ipata, uno specialista del barocco che ha impresso all’Orchestra Arché un ritmo sostenuto e brillante, traendone belle sonorità.”

Giulia Vannoni, Album, La voce, novembre 2015

 

“Carlo Ipata, la cui bacchetta – alla guida di un’Orchestra Arché davvero ottima – è morbida, elastica, teatrale. Incisivo e vario, ma mai a scapito della precisione, Ipata riesce ad estrarre tutta la linfa – poca o molta che sia – che l’opera racchiude, in una visione direttoriale in linea con le più moderne letture dell’opera barocca, repertorio con il quale dimostra un’evidente affinità.”

Fabrizio Moschini, Operaclick, novembre 2015

 

“Tra Tirso de Molina e Molière con spettacoli, film, corsi accademici e letture, il “Don Givanni Festival” nato a Pisa dall’Università e dal Teatro Verdi si è concluso con un notevole ragguaglio operistico, valso a porre in luce almeno tre dei numerosi spartiti nati in epoche e luoghi diversi, prima, durante e dopo l’avvento mozartiano, che fece piazza pulita.”

Giovanni Carli Ballola, L’Espresso, novembre 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>