THE TELL-TALE HEART e THE ANGEL OF THE ODD
25 febbraio 2016
20:30
Pisa, Italy
Teatro Verdi
Google Map

Bruno Coli
THE TELL-TALE HEART
THE ANGEL OF THE ODD

da Edgard Allan Poe

The tell-tale Heart
Lui
Marcello Lippi

The Angel of the Odd 
Lui Gian Luca Pasolini
L’Angelo Adriana Bignani Lesca (vincitrice Concorso Festival Armel)
Il Giornalista William Hernandez Ramirez
con la partecipazione dell’attore Marcello di Giacomo nel ruolo del Narratore

Direttore Bruno Coli
Regia Lorenzo Maria Mucci

Ensemble dell’Orchestra Arché

Produzione Teatro di Pisa

 

Un dittico all’insegna del terrore: il compositore genovese Bruno Coli, tra i più attivi e quotati nel campo delle musiche per il teatro (e che il nostro pubblico ha potuto apprezzare qualche Stagione fa per il musical per ragazzi “Esopo opera rock” ) dagli anni Novanta in poi si è dedicato sempre di più al teatro musicale, componendo diverse opere di successo. Fra questo, due ispirate ai racconti di Edgar Allan Poe: The tell-tale heart (Il Cuore rivelatore) nel 2004 per il Teatro di Rovigo e The Angel of the Odd (L’Angelo del Bizzarro) nel 2014 per Teatro Wielki di Poznan.
Entrambe le opere hanno una particolarità che le rende, se non uniche, almeno molto rare nel campo della trasposizione in opera lirica di lavori letterari. Infatti non è stato eseguito alcun lavoro di adattamento delle due novelle: il compositore ha musicato, in lingua originale, tutte le parole che aveva scritto l’autore del testo. Questo per mantenere un’ assoluta e rispettosa fedeltà alla prosa di Poe, in entrambi i casi efficacissima. L’autore ha affrontato in modo nuovo il rapporto testo – musica , individuando già nel fluire del discorso scritto, spunti ritmici che permettessero di trasformare il parlato in cantato, restando il più aderenti possibile alle intenzioni originarie dell’autore ed alla sua poetica.
“Il cuore rivelatore” si impernai su un personaggio, un giovane talmente ossessionato dall’occhio deforme del vecchio con cui abita al punto da giungere ad ucciderlo. “L’Angelo del Bizzarro”, ricco di ironia e di “nonsense”, ha per protagonista un uomo che, dopo aver letto non senza scetticismo un articolo su un uomo morto per avere ingoiato accidentalmente una freccetta, il riceve la visita dell’Angelo del Bizzarro, ovvero dell’Angelo che sovrintende a tutti gli incidenti più strampalati. Durante il colloquio il narratore, accortosi della permalosità del suo interlocutore, decide di limitarsi ad ascoltare, temendo di poterlo offendere con le sue parole. Tuttavia l’Angelo del bizzarro giudica irrispettoso il suo silenzio, e decide di vendicarsi. Il protagonista racconta così tutti gli strani incidenti capitatigli dopo l’incontro con l’Angelo.

Layout 1